Top Panel

Servizi Beni Culturali

La cattedrale di Trani

La cattedrale di Trani 

Monumento straordinario. La cattedrale di Trani produce un fascino immediato con la sua facciata candida e austera che si staglia contro il cielo. 

La cattedrale ? dedicata a San Nicola Pellegrino, un giovane religioso greco che dopo aver percorso la costa adriatica orientale arriv? a Taranto e da qui si spost? a Trani. Quando giunse a Trani le sue condizioni di salute, gi? precarie, si aggravarono e ne causarono le morte. Il clero cittadino decise da subito la costruzione della nuova cattedrale dopo un processo di beatificazione anch'esso molto celere. 

?

Ubicata su un promontorio, limite naturale del porto, la cattedrale rappresenta una delle chiese romaniche pi? belle di tutta la Puglia. Essa fu costruita, tra il 1099 e la seconda met? del XII secolo, con una pianta a croce latina, con transetto e navate laterali. Le coperture delle navate sono differenziati: capriata a vista per la navata centrale, volte a crociera per quelle laterali. 

?

La scelta del luogo per la costruzione dell'edificio fu dettata dalla presenza della precedente cattedrale, che fu risparmiata fino al 1142. L'edificio precedente era l'antica Ecclesia Sanctae Dei Genetricis et perpetuae Virginis Mariae che nel VII secolo aveva custodito le reliquie di San Leucio. Il sacello in cui furono sistemate quelle reliquie, ? stato mantenuto nella nuova cattedrale, instaurando una suggestiva continuit? strutturale. 

La facciata della Cattedrale di Trani ? una vera e propria cartolina per l'architettura romanica pugliese. L'ingresso ? raggiungibile da una doppia rampa di scale, da cui si accede al portale posto su un piano rialzato rispetto alla piazza. Questa scelta architettonica segnala la presenza di un altro importante edificio situato sotto la chiesa: la cripta della precedente cattedrale. 

Il portale d'ingresso ? posto al centro di una serie di arcate cieche che scandiscono la parte inferiore della facciata. All'interno della seconda e dell'ottava arcata si aprono due entrate laterali. Le altre aperture della facciata principale sono costituite da un ampio rosone e dalle tre alte finestre, con quella centrale maggiore delle laterali, allineate alle stesse aperture della parte inferiore. 

La meravigliosa torre, con funzioni di campanile, venne costruita in seguito negli anni '30 del 1200 e completata solo nel XIV secolo. La torre presenta un elemento insolito nella parte inferiore: un arco a sesto acuto che ? insieme anomalo e bellissimo. Esso crea una suggestiva contuinit? con gli archi ciechi posti alla base della cattedrale, superandoli in altezza. Nella torre, sopra l'arco gi? descritto, si sviluppano cinque piani che presentano un'interessante scelta nelle aperture: il primo e il secondo piano hanno delle bifore; il terzo una trifora; il quarto una quadrifora; il quinto una pentafora. Da segnalare sono anche i diversi restauri sia al corpo della chiesa che alla torre. 

La facciata posteriore presenta gli aggetti delle tre absidi che concludono le navate. Caratteristiche dell'interno della cattedrale sono le file di doppie colonne che dividono le navate e i matronei che si affacciano sulla navata centrale. All'interno della chiesa ? conservata anche l'originaria porta d'ingresso, di bronzo, opera di Barisano da Trani tra 1175 e 1180. 

A cura di

My Web Strategy
di Giuseppe Cammarano
Via Fabbrica, Ceraso (SA)
Numero Verde 800 661 513
www.mywebstrategy.it
Servizi Internet - Posizionamento Motori di Ricerca - Web Design - Web Marketing 
P.IVA 05559600654

Sei qui: Home Itinerari Itinerari turistici Puglia La cattedrale di Trani

Continuando a navigare accetti il nostro uso dei cookie, per una tua migliore esperienza di navigazione. Per maggiori informazioni, vedi Cookies policy.

Accetto i cookies per questo sito.